Home / Album / Rage
Seasons of the Black

Rage
Seasons of the Black

Nuova e magistrale fatica dei tedeschi Rage, missata e masterizzata dal mitico Dan Swano. La title-track inizia in maniera solenne ed epica, per trasformarsi in un potente metal di marca teutonica con violenza profusa a piene mani: una thrash song che evidenzia peraltro anche le straordinarie qualità melodiche della band, quasi un manifesto di puro Rage-sound, capace di rievocare i fasti di Secrets in a Weird World (1989).

La seguente Serpents in Disguise è più legata agli schemi del power-speed germanico, mentre con Blackened Karma il gruppo di Peavy Wagner si avventura con classe e stile in territori epic metal. Time Will Tell contiene parti solistiche dal notevole pregio, ma è con Septic Bite che pesantezza e aggressività, impatto ed oscurità tornano a farla da padrone. Walk Among the Dead è ancora speed-thrash di alta scuola.

Dopo la gobilissima All We Know Is Not, arriviamo alla suite, divisa in quattro atti, The Tragedy of Man / Gaia, che ci proietta nel mondo degli Helloween e dei Gamma Ray degli anni d’oro: composizione intensissima e pluri-sfaccettata, con cori melodici di gran presa, inserti gregoriani alla Powerwolf e pura energia made in Germany. Aiuta molto, nello specifico di questo brano, l’uso delle tastiere.

Una chiusura veramente in grande. Il bonus-Cd infine vede i Rage risuonare oggi sei brani dei leggendari Avenger, la prima creatura di Peavy, il cui disco Prayers of Steel (1985) è stato di recente ristampato dalla Dr. Bones Lethal Recordings con inediti e demo risalenti al 1984. Altra chicca imperdibile.

Davide Arecco

Anno di pubblicazione: 2017

Genere: Power Speed / Thrash Metal

Label: Nuclear Blast

5 Stars (5 / 5)