True Heavy Metal Magazine



Home / Album / The Unity
The Unity
the unity

The Unity
The Unity

Cosa succede quando due eminenti personalità del metal mondiale si trovano in linea coi gusti musicali e vogliono provare a creare qualcosa assieme fuori dalla realtà dove suonano quotidianamente? Diventano un’unità esplosiva! Ed è così che nascono i THE UNITY, un progetto fondato dai membri dei Gamma Ray, Michael Ehré (batteria) e Henjo Richter (chitarra). Assieme a loro completano una line up da paura Stef E (chitarra), Jogi Sweers (basso), Sascha Onnen (tastiere) e Gianba Manenti (voce).

18 mesi di studio a lavorare prima di pubblicare questo primo disco, previsto per il 5 maggio via Steamhammer / SPV, non si deve esser dei fenomeni per capire le potenzialità di questo disco e il futuro luminoso che avrà questa band con una line-up di prima classe come questa.

I The Unity si definiscono come una via di mezzo tra l’ hard rock e il metal melodico e la cosa la si intuisce facilmente sin dalle prime note. Melodia, riff potenti, e una voce spettacolare non mancano di certo nelle 12 tracce di questo lavoro. E allora già alla prima canzone ci travolgono completamente con “Rise and Fall” che all’inizio potrebbe sembrare una traccia dei Gamma Ray ma appena entra la voce di Gianba Manenti cambia tutto. Sin dal primo bridge si viene colpiti da una bastonata di metallo e potenza pura. Una voce travolgente che si amalgama alla perfezione con la base ritmica dei musicisti. Il ritornello è esplosivo!

Con “No More Lies“, “God Of Temptation” siamo appena sotto la opener ma sempre spettacolari, con riff incisivi e ritornello ultra melodici da cantare a mani al cielo.

Con “Firesign” si può rifiatare qualche secondo, almeno per l’intro strumentale iniziale e poi si riparte con il martellamento di doppia cassa e oso sottolineare ancora la voce di gianba sempre sugli scudi.

Non si può però vedere solo il fattore potenza di questo disco perchè sarebbe limitante per i The Unity. Il disco non annoia per un momento, tra cambi di ritmo, assoli strepitosi, melodie. Tutti fanno un egregio lavoro, oltre il limite.

Always Just You” parte con un bel riff che ti si incolla subito tra le orbite neurali e resta li sostenuto alla linea di basso che nel frattempo macina note su note fino ad esplodere nel ritornello. Se poi a tutto questo ci aggiungiamo tutto il contorno di chitarre allora ne esce un altro capolavoro.

Close To Crazy” è una corsa continua dall’inzio alla fine, “Reedemer” e “Edens Fall” sono costruite su dei bei riff melodici e richiamano molto le scuole classiche del rock leggendario approdando un po anche in territorio AOR.

Never Forget“, uno dei pezzi più melodici che chiude l’album alla perfezione.

Ogni membro dei The Unity ha potuto mettere in risalto le proprie potenzialità in questo disco, forse forti anche del fatto che e ognuno ha potuto gestire le proprie parti nel proprio studio e amalgamandole il progetto ne ha beneficiato.

Se questo è il debutto non possiamo che attendere già il tour e i prossimi lavori.

Tracklist:

1. Rise And Fall 5:26
2. No More Lies 5:07
3. God Of Temptation 5:27
4. Firesign 5:18
5. Always Just You 6:02
6. Close To Crazy 3:30
7. The Wishing Well 5:47
8. Edens Fall 4:30
9. Redeemer 4:54
10. Super Distortion 1:03
11. Killer Instinct 5:52
12. Never Forget 5:40

Anno di pubblicazione: 2017

Genere: Hard Rock / Melodic Metal

Label: Steamhammer / SPV

5 Stars (5 / 5)