Home / Album / Arthemis
Blood Fury Domination

Arthemis
Blood Fury Domination

Ad un lustro da We Fight tornano prepotentemente gli Arthemis, reduci da prestigiose apparizioni ai maggiori festival europei.

La band di origine veronese conferma, ancora una volta, tutta la propria energia e passione, con un capitolo durissimo e addirittura furente a tratti. Andy Martongelli ormai è un’icona del chitarrista metal, non solo qui da noi in Italia, ma anche i suoi tre compagni non sono certo da meno. Forse meno priestiani che in passato, gli Arthemis di oggi suonano moderni e quasi thrash (Heroes, Black Sun), sempre molti oscuri (Undead, The Damned Ship, Dark Fire) e marziali (Into the Arena), mentre sperimentazioni tribali alla Sadist-Killing Joke fanno capolino in Firetribe, brano articolato e molto costruito. Tecnica e rabbia la fanno da padrone, nei solchi laser di questo compact, molto dark, anche sotto il profilo iconografico.

Uno squarcio di luce arriva con la suadente ballata If I Fall, inattesa e coinvolgente. Il resto è sublime massacro sonoro, come del resto il titolo stesso anticipa più che correttamente. Disco buonissimo e stra-consigliato, forse il capolavoro tra gli otto pubblicati dagli scaligeri.

Davide Arecco

Anno di pubblicazione: 2017

Genere: Power Thrash Metal

Label: Scarlet

4.5 Stars (4,5 / 5)