Home / Album / Vandroya
Beyond the Human Mind

Vandroya
Beyond the Human Mind

Nel 1991, come i più ricorderanno, uscì lo storico esordio omonimo degli Iced Earth, stupendo mix di epic, power, speed e oscuro thrash. Un disco che fece realmente da spartiacque fra due decenni di musica metal (non solo in America), un disco l’insegnamento del quale pare in parte rivivere – non esclusa un’attitudine progressiva e sperimentale, che porta a pezzi molto elaborati – in questo terzo lavoro dei brasiliani Vandroya, attivi dal 2001.

Il quintetto carioca contamina il retaggio degli Iced Earth con la propensione sinfonica – ipersinfonica, a tratti – di Rhapsody e ultimi Blind Guardian (e anche per questo motivo un tastierista di ruolo non starebbe male nella band). Si aggiunga al tutto – è inevitabile – un pizzico di Angra, primi Symphony X e Kamelot (del periodo di mezzo), nonché di Helloween (soprattutto nella melodia delle linee vocali) e di Ayreon (per l’inclinazione consapevole verso i virtuosismi di chitarra). Il prodotto finale è di certo ottimo, forse manca ancora una spiccata personalità.

Ma la strada imboccata pare indubbiamente essere quella giusta.

Davide Arecco

Anno di pubblicazione: 2017

Genere: Progressive Power Metal

Label: Inner Wound Recordings

4 Stars (4 / 5)