True Heavy Metal Magazine



Home / Album / Mugshots – Something Weird
The-Mugshots-Something-Weird

Mugshots – Something Weird

I Mugshots, in circolazione dal 2001, fondono in maniera sorprendente hard rock, progressive, dark wave inglese e doom, con ambientazioni horror degne di certa fantascienza americana d’annata. Il loro è un vero sincretismo musicale, con influenze ed ispirazioni varie, che scorrono liberamente fra le dodici tracce di Something Weird, senza mai fossilizzarsi in un’unica direzione stilistica.

Sfuggire alle definizioni pare essere la regola del gruppo, sorto, del resto, come incrocio tra lo shock rock di Alice Cooper e il punk sofisticato e barocco degli Stranglers. I Am an Eye è un omaggio a Philip K. Dick: un gothic metal cadenzato e molto romantico, con atmosfere di synth che possono ricordare i Paradise Lost. Rain e Dusk Patrol – quest’ultima vede ospite Demolition Man dei Venom – sono più orientate sullo space rock, di marca Hawkwind, mentre Sentymento si segnala per la crepuscolarità del suo pathos melodico. Scream Again, con Steve Sylvester alla voce, ci riporta su lidi più occult-metal, sempre all’insegna di una grande qualità musicale e con sapori affascinanti quanto compositi. Grey Obsession, con il suo flauto in bella mostra, è invece una sorta di inno onirico. Domina, quasi ovunque, la componente teatrale: gli scenari musicali mutano di continuo forma, le aree stilistiche attraversate sono molteplici, l’opera dei Mugshots è variegata e multiforme.

Il risultato finale mostra così un’attitudine libera, accattivante e fresca: è qualcosa di fantasioso e di fuori dai canoni abituali, eppure ancorato alla tradizione. Impressionante, poi, è il numero degli ospiti coinvolti: cito soltanto, oltre a Demolition Man e al leader dei Death SS, Martin Grice, Enrico Ruggeri e Freddy Delirio alle tastiere, il cui apporto è importantissimo per la riuscita finale di questo eccellente lavoro.

Davide Arecco

Anno di pubblicazione: 2017

Genere: Hard Prog / Theatrical Dark-Doom

Label: Black Widow

4.5 Stars (4,5 / 5)